Premio Andersen 2015: I Vincitori!

Sono stati resi pubblici i vincitori dell’Edizione 2015 del Premio Andersen.

La giuria del PREMIO ANDERSEN 2015 è composta dalla direzione della rivista ANDERSEN (Barbara Schiaffino, Walter Fochesato, Anselmo Roveda), dallo staff redazionale di ANDERSEN coordinato da MartinaRusso, da Gianna Denti (fondatrice della storica Libreria dei Ragazzi di Milano), da Pino Boero (Università di Genova), e per la selezione dei finalisti, annunciati a fine marzo alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna, da: Anna Parola (Libreria dei Ragazzi di Torino), Caterina Ramonda (blog Le Letture di Biblioragazzi),Vera Salton (Libreria Il Treno di Bogotà di Vittorio Veneto).

Miglior Autore: Vanna Cercenà

“Per un percorso letterario fatto di pacata continuità, opportunamente parsimoniosa in quantità e costante in qualità; per saper proporre narrazioni intense e schiette, premiate dall’affezione sincera dei giovani lettori e sostanziate da competenza storica e passione civile; per la costante attenzione alle storie al femminile e ai punti di vista meno frequentati dalla grande Storia.”

Miglior illustratore:

Anna e Elena Balbusso
Per il costante e rigoroso impegno professionale che le ha portate ad ottenere, in più occasioni, prestigiosi riconoscimenti internazionali. Per la forte originalità di un segno elegante e sicuro, nitido e forte. Per l’ariosa e ardita capacità compositiva e inventiva. Per la capacità di confrontarsi costantemente in diversi campi delle arti applicate, dall’editoria a importanti periodici, dalla pubblicità all’immagine aziendale.

(il sito delle illustratrici)

Miglior Libro 0-6 :

Piccolo elefante cresce, S.Joslin – ill. Le. Weisgard – trad. di C. Ghisalberti, Orecchio Acerbo
“Per una storia pacata e sorridente che soltanto all’ultimo rivela la sua lieve e intrigante scoperta. Per i dialoghi vivissimi e impagabili, straordinariamente vicini al mondo dell’infanzia e alla sua concezione del mondo. Per le illustrazioni eleganti e argute, precise e al tempo stesso ricche di fascino.”

Miglior Libro 6-9:

La città che sussurrò, J. – ill. Fabio Santomauro, La Giuntina
Per l’importanza di una limpida riflessione attorno al valore della memoria storica. Per saper narrare con semplicità e lieve poesia una storia vera, accaduta in Danimarca negli anni dell’occupazione nazista. Per la calibrata gradevolezza delle illustrazioni, capaci di stabilire un costante e fresco rapporto con il testo.

Miglior Libro 9-12:

Cuori di waffel, M. Parr – ill. Bo Gaustad – trad. Alice Tonzig, Beisler editore

Per la capacità di intrecciare una narrazione coinvolgente e incalzante, attraverso le avventure dei protagonisti, scandite capitolo dopo capitolo. Per il riuscito inserirsi nella tradizione della narrativa scandinava per bambini, sapendo raccontare, con apparente semplicità e grande equilibrio, luci e ombre dell’infanzia, soffermandosi sui temi dell’amicizia e della separazione, del rapporto con gli adulti, e soprattutto, del piacere dell’avventura quotidiana.”

Miglior Libro oltre i 12 :

Il mondo fino a 7, H. Goldberg Sloan – trad. Loredana Baldinucci,  Mondadori

“Per una storia che cattura e coinvolge, raccontata attraverso l’intrecciarsi di prospettive diverse che scandiscono con giusto equilibrio il ritmo della narrazione. Per l’approccio realistico e concreto con cui viene raccontata una vicenda dai presupposti drammatici, senza scivolare in soluzioni scontate. Per un finale che non è lieto a tutti i costi, ma che con estrema coerenza porta avanti un messaggio di speranza e ottimismo.”

Miglior Libro over 15 :

Se tu fossi qui, D. Rondoni, Edizioni San Paolo
Per la sapiente costruzione di un romanzo di formazione per giovani adulti, dove l’alto livello di scrittura riesce a trasferire sulla pagina ambientazioni suggestive e personaggi completi e ben delineati. Per un approccio narrativo incalzante, dove il percorso di consapevolezza del protagonista è raccontato con una prosa asciutta e sguardo lucido e arguto, senza moralismi o supponenze didattiche.

Miglior Libro di divulgazione:

Professor Astro Gatto e le frontiere dello spazio,D. Walliman – ill. Ben Newman,  Bao Publishing
Per un’idea quanto mai felice capace di coniugare l’esattezza delle informazioni scientifiche con un approccio narrativo incalzante e coinvolgente. Per l’efficacia di un progetto grafico quanto mai brioso. Per la ricchezza delle coloratissime immagini, perfette per un giovane lettore ma capaci altresì di ammiccare al mondo degli adulti curiosi.

Miglior Libro fatto ad arte:

Io sono così, F. Degl’Innocenti – ill. A. Ferrara,  Settenove
Per l’indubbia originalità e vivacità di un progetto cartotecnico “a leporello” spiazzante e arioso, capace di sorprenderci e –implicitamente- di invitarci alla riflessione. Per la freschezza e l’equilibrio del testo, e l’eccellente qualità delle immagini, sintetiche e pungenti.
Per essere il frutto di una giovane casa editrice impegnata nella battaglia contro le disparità di genere.

Miglior Libro a Fumetti:

Ferriera, P. Valentinis, Coconino
Per l’altissima qualità narrativa e per la meditata, articolata e consapevole progettazione di un racconto dove passione civile e affetti privati, sogni e delusioni, piccole vicende del quotidiano e grande Storia paiono darsi continuamente la mano. Per aver avuto il coraggio di regalarci una narrazione autobiografica sincera e accorata, commovente e avvincente. Per l’armonia e l’intensità delle magnifiche tavole.

Miglior Libro Mai Premiato:

Shel Silverstein, L’albero, Salani
Per essere un indubitabile, piccolo classico dell’illustrazione che (a distanza di cinquant’anni dalla sua prima edizione) nulla ha perso in vigore e incanto narrativi. Per saper dar voce, pur nella sua struttura essenziale, ad una vasta pluralità di suggestioni. Per essere una sorta di elementare “racconto di formazione”, una favola senza morale e per ogni età.

Miglior Albo illustrato:

Oh, i colori!, J. Lujan – ill. Piet Grobler,  Lapis
Per la raffinata, completa e “magica” bellezza dell’opera, dove le immagini poetiche giocano in continuazione con le immagini illustrate. Per la ammirevole e preziosa musicalità lirica dei brevi testi di Lujan. Per gli squisiti acquerelli di Grobler, morbidi e intensi, dalle mille suggestioni.

Miglior Progetto Editoriale:

CollanaIl suono della conchiglia”, curata da Teresa Porcella, Motta Junior
Per la scelta sapiente e coraggiosa di proporre e accostare poesia al giovane lettore; per aver saputo declinare il coraggio in accuratezza e misura della proposta, dosando uscite e alternando riscoperte di classici internazionali con voci della poesia italiana per l’infanzia contemporanea; per l’attento contrappunto delle illustrazioni e l’equilibrio della composizione grafica.

Premio Speciale della Giuria:

Per aver saputo raccontare all’infanzia con rara sensibilità la tragedia del primo conflitto mondiale.

Chiara Carminati, Fuori fuoco, Bompiani
Guido Sgardoli, Il giorno degli eroi, Rizzoli
Sebastiano Ruiz Mignone – illustrazioni di David Pintor, La piccola grande guerra, Lapis

Premio Promozione della lettura:

Biblioteca civica Ceretti di Verbania e Sistema Bibliotecario Provinciale del Verbano Cusio Ossola

Premio Roberto Denti 2015:

Libreria il “Libro con gli Stivali” di Mestre

Vuoi abbonarti ad Andersen? Puoi farlo online oppure venendo in libreria!

Domenica 10 Maggio: Bibliofesta a San Vito al Tagliamento

BIBLIOFESTA – NARRARE LA SCIENZA


Domenica 10 maggio dalle h. 10.00 
 

 alle 19.00 

a San Vito al Tagliamento
nell’ambito del progetto CRESCERE LEGGENDO

una intera giornata dedicata ai i libri e le storie di scienza , con
percorsi e appuntamenti che avranno come scopo quello di  incuriosire,
divertire appassionare i bambini di tutte le età e le loro famiglie alla
scienza e ai libri.

Baobab, libreria dei ragazzi sarà presente con una selezione di libri della bibliografia e con molte novità 

L’evento è organizzato dalla Biblioteca Ragazzi e il Comune di San Vito al
Tagliamento con le biblioteche del Sistema Bibliotecario della Pianura
Pordenonese in collaborazione conDamatrà, l’Istituto Comprensivo di S.Vito al Tagliamento, Libreria Baobab.

  

CARO AUTORE TI SCRIVO 2015

Sono stati resi noti i libri e gli  autori scelti per il concorso 2015 “CARO AUTORE TI SCRIVO…”  in occasione dell’edizione 2015 del Festival Pordenonelegge.it. E come ogni anno Baobab, vuole aiutare più lettori possibile a partecipare per cui ha pensato a delle promozioni ad hoc, che trovate qui: promocaroautore

IL CONCORSO “CARO AUTORE, TI SCRIVO…” è rivolto a tutti gli studenti delle Scuole Secondarie di I grado, che vengono invitati a leggere uno dei quattro libri selezionati da pordenonelegge.it e a scriverne una recensione sotto forma di lettera all’autore.

Le lettere verranno valutate da una giuria composta dallo scrittore Andrea Valente (Presidente), Silvia De Iuri, Alessandra Gabelli, Valentina Gasparet, Elisabetta Pieretto, Paola Schiffo.

Nell’ambito della XVI edizione di pordenonelegge.it verranno scelti i primi tre “critici in erba” per ciascun titolo, che si aggiudicheranno la pubblicazione del loro lavoro sul sito http://www.pordenonelegge.it, riceveranno una pergamena autografata dall’autore recensito e una selezione di libri pubblicati dagli editori che rientrano nella selezione.

Tutte le lettere pervenute verranno consegnate agli autori a cui sono rivolte e rappresenteranno un importante riferimento per la conduzione degli incontri.

PER PARTECIPARE

Possono partecipare tutti i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 14 anni.
Per trasmettere l’elaborato è necessario compilare l’apposito form e allegare l’elaborato in formato pdf o word.
Le recensioni dovranno pervenire entro e non oltre sabato 5 settembre 2015.

PREMIAZIONI

I vincitori verranno proclamati nel corso degli incontri con gli autori dei libri selezionati – John Boyne, Francesco D’Adamo, Luisa Mattia, Fabrizio Silei – a pordenonelegge.it – Festa del libro con gli autori, che si terrà a Pordenone dal 16 al 20 settembre 2015.

NEW – AUDIOLIBRI

Per chi ha difficoltà a leggere autonomamente, grazie al Centro Internazionale del Libro Parlato “A. Sernagiotto” onlus, sez. staccata Comitato Libro Parlato S.Vito, a partire dal 10 luglio i libri saranno disponibili anche in formato audiolibro.
Per info: Biblioteca Civica di S.Vito al Tagliamento, tel. 0434.80405

INFORMAZIONI

Segreteria organizzativa Fondazione Pordenonelegge.it
Tel. 0434.1573100 – 1573200
e-mail fondazione@pordenonelegge.it

GLI AUTORI, I LIBRI

RESTA DOVE SEI E POI VAI (Rizzoli, 2013)
Londra, 1914. Alfie ha cinque anni quando in Europa si alzano i venti della Grande Guerra e il suo papà, come molti altri giovani compatrioti, parte per il fronte. La guerra però la combatte anche chi rimane a casa, nelle difficoltà quotidiane, con il terrore che un ufficiale bussi alla porta per riferire che un papà, un fratello o un figlio non torneranno più a casa. Alfie non vuole credere che sia questo il destino di suo padre, ma le lettere che l’uomo spedisce dal fronte si fanno saltuarie e cupe, fino a smettere del tutto. Deciso a fare la sua parte, Alfie marina la scuola e inizia a lavorare come lustrascarpe in stazione. Ed è grazie a uno dei suoi clienti che scopre dov’è il suo papà…

John Boyne è nato a Dublino nel 1971 e ha studiato Letteratura inglese al Trinity College. È l’autore di uno dei più clamorosi bestseller internazionali degli ultimi anni, Il bambino con il pigiama a righe, divenuto poi un film di Mark Herman, oltre che di molti altri romanzi tra cui Il ragazzo del Bounty, La sfida, Non all’amore né alla notte, Che cosa è successo a Barnaby Brocket?, e Resta dove sei e poi vai. Vive e lavora a Dublino.

OH, FREEDOM! (Giunti, 2014)

Tommy, 11 anni, è uno schiavo, insieme alla sua famiglia, in una piantagione di cotone, ma sogna di poter essere un giorno libero. Dopo aver conosciuto Peg Leg Joe, uno strano soggetto che lo introduce alla musica e agli ideali di libertà, fugge lungo quella che viene chiamata la Underground Railroad. Lungo la strada che porta alla libertà, tra pericoli e avventure, il piccolo Tommy imparerà a suonare il banjo e a cantare gli spirituals. Diventerà a sua volta una guida e dedicherà la vita a portare in salvo gli schiavi del Sud.

leggi un estratto

Francesco D’Adamo è nato nel 1949 a Milano, dove vive e lavora. Scrittore, giornalista e insegnante, cerca da sempre di raccontare il complicato mondo in cui viviamo a quelli che lui ama definire “gli adulti che hanno provvisoriamente massimo 13/14 anni”. Il suo romanzo Storia di Iqbal, Premio Cento 2002, tradotto e pubblicato negli Stati Uniti, nel 2004 è stato segnalato dall’American Library Association come libro “raccomandato e degno di nota”, e ha vinto il Premio Christopher Awards (USA).

HEMINGWAY E IL RAGAZZO CHE SUONAVA LA TROMBA (Piemme, 2014)
È al campo di Fossalta di Piave che Benni, un sedicenne grande e grosso come Maciste, conosce quello che sarebbe diventato uno dei più grandi scrittori americani, Ernest Hemingway. Con lui improvviserà concertini per tenere alto il morale della truppa e conquistare il cuore di Emilia. Ma un giorno Ernest non torna al campo e Benni, armato solo della sua tromba, si avventura sulla linea di fuoco per cercarlo…

Luisa Mattia, romana, è autrice di numerosi romanzi e coordina un progetto di scrittura per la scuola. E’ tra gli autori della Melevisione, popolare trasmissione per bambini. Scrive una serie di gialli per ragazzi, I misteri di Teo, che continua ad avere notevole successo tra i giovani lettori. E’ autrice di testi teatrali per ragazzi e di numerosi romanzi che hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti, tra cui il Premio Pippi 2006 per il romanzo La scelta. Ha ricevuto il Premio Andersen 2008 come Miglior Scrittore.

  Katia viaggia leggera (San Paolo Edizioni, 2013)
Katia ha quattordici anni e vive con la madre, il padre se ne è andato anni prima lasciandole sole. Le due conducono un’esistenza precaria. Nel corso dell’ennesimo viaggio di trasferimento da una città all’altra incontrano Vincenzo, un bell’uomo, giovane e simpatico, che viaggia con un vistoso SUV nero e parla di non ben definiti “affari”. Vincenzo corteggia la mamma e si conquista la simpatia di Katia. Ma fin da subito si rivela essere un truffatore che le coinvolge nei suoi raggiri convincendole del fatto che in fondo si tratti di azioni giustificate, anche se per Katia è sempre più difficile tenere a bada i rimorsi e condurre una doppia esistenza.

Fabrizio Silei, nato a Firenze nel 1967, autore di albi, saggi e romanzi, si dichiara “ricercatore di storie e vicende umane”. Tra le sue opere, Alice e i Nibelunghi è stato l’unico romanzo italiano finalista al Premio Unicef 2008 e Il bambino di vetro ha vinto il Premio Andersen 2011. È anche creatore di magici giochi di carta in forma di libro che gli hanno valso numerosi premi. Fra i suoi ultimi libri Alfabetiere e Mio nonno è una bestia. Nel 2014 ha vinto il Premio Andersen come “Scrittore dell’anno”.

FONTE: http://www.pordenonelegge.it/tuttolanno/concorsi/329-CARO-AUTORE,-TI-SCRIVO…-2015