Premio Andersen 2011: Finalisti Miglior libro 6/9 anni

Ecco i finalisti della sezione Miglior Libro 6/9anni

copertina "Mia mamma" Bao Publishing

Jean Regnaud ed Emile Bravo, Mia mamma, Milano, Bao Publishing, 2010, pp. 120, euro 16.

Émile Bravo è un eccellente autore di strip ma se lo esige l’urgenza del narrare è pronto a violare le regole. Ben lo dimostra una storia impagabile come Mia mamma. La vicenda, lieve e intensa, ricca di trepida poesia e di dolorosi elementi autobiografici si svolge nei primi mesi scolastici del 1970-’71; il protagonista è Jean, un bimbetto che inizia la scuola elementare. Ci sono anche un fratello più piccolo di un anno, una graziosa governante di cui il papà, direttore di fabbrica, uomo triste e ingrigito, si è forse invaghito. La mamma non c’è, è morta. Nessuno sembra abbia l’intenzione di confessarlo al piccolo Jean, contribuendo con ciò a lenire i suoi crucci e le sue ansie. E qui troviamo già un elemento forte e netto: Bravo e Regnaud rifiutano ogni melenso buonismo: certo ci invitano al sorriso e qualche volta al riso, ma in primo luogo invitano il lettore (grande o piccolo che sia) alla riflessione, al confronto. I problemi di Jean sono quelli di tanti altri bambini che non trovano risposte adeguate ai loro perché, mentre gli adulti paiono sempre più lontani. Ma Jean ha un’amica, Michéle, più grande di lui, che un giorno tira fuori un segreto. Una lettera scritta dalla mamma di Jean, dove lei dice che si trova in Spagna (“Ieri ho mangiato una deliziosa paella con i gamberi e poi ho fatto il bagno di mare”) piuttosto che negli Stati Uniti. Poi nella storia si affacciano una miriade di altri personaggi, tutti efficacemente caratterizzati: i compagni di scuola, l’inquietante figura dello psicologo scolastico, gli anziani coniugi Ossard, i nonni, la vecchia e la nuova maestra. Ecco l’illustratore mettere il suo disegno al servizio della narrazione, ma questa umiltà è scelta consapevole. Bravo infatti si riserva spazi di autonomo intervento: basteranno pochi sguardi per capire come le sue tavole, pur nel nitore che le contraddistingue, siano ricche di minimi particolari capaci di arricchire il testo, di metterne in luce piccoli umori, cose non dette ma vere e vive. Così come, nel continuo mutare dell’articolazione delle tavole, il colore e i fondini colorati mutino, sottolineando le valenze emozionali della storia. (walter fochesato – ANDERSEN dicembre 2010)

copertina "Fortunatamente" Orecchio Acerbo

Remy Charlip, Fortunatamente, Roma, Orecchio Acerbo, 2011, pp. 48, euro 14
“..” Fortunatamente, uscito per la prima volta a metà degli anni Sessanta negli Stati Uniti, secondo titolo dell’illustratore newyorkese Remy Charlip pubblicato da Orecchio Acerbo, “..” procede alternando eventi fortunati e sfortunati, che mettono in moto gli ingranaggi del racconto e fanno muovere la trama di tavola in tavola, con una nuova azione ad ogni cambio pagina. La storia  è semplice: Ned riceve un invito a una festa a sorpresa in Florida, e parte da New York affrontando mille peripezie, fino a ritrovarsi al centro di una sala da ballo, che poi non è altro che il luogo dove è stata organizzata la sua festa di compleanno.
Il racconto d’avventura, con tanto di tigri e squali, è così contenuto, come una matrioska, nel racconto di un evento atteso con ansia da ogni bambino: il compleanno. Il ritmo della lettura è scandito dalle parole, con il ripetersi di fortunatamente/sfortunatamente all’inizio di ogni frase. Ma anche dalle illustrazioni, che si susseguono come fotogrammi di un film; la macchina da presa che si allontana e si avvicina in una sequenza serrata, molto forte dal punto di vista narrativo. Le tonalità vivaci e decise di Remy Charlip raccontano gli eventi positivi, mentre le tavole in bianco e nero quelli negativi: un’alternanza che rende ancora più rapido e fluido lo scorrere del racconto, in un libro perfetto da leggere e rileggere insieme. Perfetto anche come centesimo titolo del catalogo di Orecchio Acerbo, che festeggia quest’anno i suoi primi dieci anni di attività editoriale.
(mara pace – ANDERSEN marzo 2011)

copertina "è un libro"

Lane Smith, E’ un libro, Milano, Rizzoli, 2010, pp. 28, euro 12,00
Lane Smith è un versatile e talentuoso illustratore americano, attivo anche nel campo del cinema d’animazione. Nel nostropaese qualcosa di suo è pur arrivato. E’ un libro è un albo bellissimo, vuoi per l’aspetto grafico e la qualità delle immagini, vuoi per la scintillante arguzia del progetto. Le illustrazioni sono quanto mai sobrie, pochi tratti di sicura e limpida efficacia arricchiti da un colore morbido e pastoso. I protagonisti sono tre, ma al disinvolto topino viene riservata soltanto la sferzante  battuta finale. Per il resto tutto è affidato al dialogo fra una paziente scimmia, amante convinta del vecchio media gutenberghiano, e un asino petulante e ipertecnologico che non comprende a cosa cavolo servano quelle pagine di carta. Con le sue  domande tenta infatti di domarle, di esorcizzarle, di ricondurle ad un orizzonte che per lui sia più consueto e noto. Anche quando si convincerà a leggere L’isola del tesoro, e le ore passeranno veloci, se ne verrà fuori con un:“Non preoccuparti, lo metto in carica appena l’ho finito!”: un piccolo capolavoro di squisita leggerezza e divertita ironia. Anche l’uso insistito di termini tecnici (alcuni non so proprio cosa vogliano dire, ma ovviamente non pochi bambini lo sapranno) è perfettamente funzionale al racconto.
Da una parte un profluvio di funzioni e apparecchi, dall’altra una semplice e comoda poltrona su cui sedersi e leggere. Credo che il lavoro di Smith, proprio per la sua programmatica chiarezza, ben si rivolga ai numerosi adulti che, perduti nel loro mondo più o meno virtuale ma di certo poco virtuoso, non sanno o non hanno mai saputo com’è bello entrare in un libro (non c’è bisogno di password e username). Un libro per bambini,
poi…
(walter fochesato – ANDERSEN febbraio 2011)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...